Perché sostenerci

Condurre una campagna ha un costo, non diciamo nulla di nuovo. Costano i materiali, la sede, il lavoro di ogni giorno sulle piattaforme social. La Giovane Roma è totalmente autofinanziata. La nostra campagna si basa su donazioni e sulle offerte degli amici, delle amiche e dei supporter.

Abbiamo lanciato il progetto investendo i nostri risparmi, racimolando un budget iniziale utile al lancio della lista. Ora però abbiamo bisogno anche di voi, del vostro contributo, dell’incoraggiamento di chi crede che i giovani possano trasmettere un sentimento di rivalsa e cambiare l’esistente.

Aiutaci a cambiare la Capitale. Sostieni La Giovane Roma. Dona a chi crede nel Presente per incidere sul Futuro.

Donazione libera

Se vuoi sostenerci con un bonifico bancario, queste sono le coordinate:
Intestatario: La Giovane Roma
IBAN: IT 66 B 02008 05122 000106003642
Banca: Unicredit

Effettuando una donazione a La Giovane Roma acconsento al trattamento dei dati che riguardano le mie opinioni politiche nonché ai sensi dell’articolo 9, par. 2, lett a) o d) del Regolamento 2016/679. Dichiaro di essere stato informato che i miei dati non saranno mai utilizzati per finalità commerciali.

Inoltre, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 1, commi 11-27 della legge 9 gennaio 2019, n. 3 dichiaro che:
nel caso in cui il contributo da me erogato a partiti e/o movimenti politici sia superiore ad Euro 500,00 (cinquecento) nell’anno, non sono contrario alla pubblicità dei miei dati personali;
– sono iscritto nelle liste elettorali e ho il pieno godimento del diritto di voto;
– non sono un Governo, un ente pubblico di uno Stato estero né una persona giuridica avente sede in uno Stato estero non assoggettata ad obblighi fiscali in Italia;
– non sono un organo della pubblica amministrazione, un ente pubblico, una società con partecipazione di capitale pubblico superiore al 20 per cento, né una società controllata da queste ultime;

non sono una società con partecipazione di capitale pubblico pari o inferiore al 20 per cento, né una società controllata da quest’ultima, ove tale partecipazione assicuri al soggetto pubblico il controllo della società;
– nel caso di società diverse da quelle di cui al superiore punto e): il finanziamento o il contributo è stato deliberato dall’organo sociale competente, è stato regolarmente iscritto in bilancio e non è vietato dalla legge;
– non sono una cooperativa sociale, né un consorzio disciplinato dalla legge 8 novembre 1991, n. 381.